2

Psycho e il problema della frutta

“Mamma, ma la frhutta, prhima, era degli animali?”

“Prima quando amore mio?”

“Prhima che la mangiàavano… la mangiavàamo”.

“Cosa stai dicendo cucciolo? Chi mangiava cosa?” (comincio a temere un attacco di psichedelia, la voce mi trema)

(spazientito) “Maaamma! Ma ti devo semprhe psiegarhe tutto? La frhutta prhima di chi era? Prhima che la mangiava.. no. Magiavàmo”.

(isteria) “Ma prima chi?? Cosa?? Mangiavamo noi? Se no mangiavano chi? Cosa stai dicendo?”

“Maaaamma, prima che li uccidevano tutti, quelli di Battuman, quelli di Ben Ten, quelli del marhe, quelli dei mammiferhi, i gatti e i cani e i lupi che non sono cani”

“Buonanotte amore, dormi bene eh? Tranquillo… vuoi un po’ d’acqua? Dai, mammina tua ti porta l’acqua a letto e dopo vedrai che domattina tutta questa brutta storia non te la ricorderai. Va bene?”

Ore 7.00, arriva nel lettone un bambino caldo caldo, è Psycho.

“Mamma, ho fatto un sogno bellissimo. C’erha tutta la frhutta che non l’avevamo mangiata  ma la mangiavano”