1

L’EFFETTO LUCIFERO. Essere nazisti per tre giorni

Ecco le riflessioni di un collega che ha partecipato a “I ribelli della montagna – l’ultima notte di Montelupo” interpretando un personaggio nazista. La memoria passa da diversi canali e spesso, quando si assume il punto di vista del carnefice, l’attitudine totalitarista e il coinvolgimento in prima persona in una semi realtà dalle emozioni tangibili, svela meccanismi in precedenza sconosciuti. Fra un po’ torno con le vicende familiari… purtroppo ancora faccio fatica a staccare la spina da quella che è stata l’esperienza di interpretazione più intensa della mia vita.

Kuore. La scuola ai tempi di WhatsApp

Guardate per un momento questa straordinaria immagine.

escher

Si tratta del “Limite del cerchio IV di M.C. Escher, Illusione con angeli e diavoli”. Ora chiudete gli occhi e richiamatela alla memoria. Con gli occhi della mente vedete tanti angeli bianchi che danzano nel cielo nero? O vedete invece tanti demoni neri, tanti diavoli con le corna insediati nel risplendente spazio bianco dell’inferno? Forse, questa immagine vi ricorda la somma trasformazione del bene in male, la metamorfosi di Lucifero in Satana. Lucifero, “portatore di luce”, era l’angelo prediletto da Dio sino a che non ne sfidò l’autorità e venne gettato nell’Inferno insieme con la schiera degli angeli caduti. “Meglio regnare all’ inferno che servire in Cielo”, si gloria Satana, l”avversario di Dio” nel Paradiso perduto di Milton.

Dall’immagine di Escher emergono tre verità psicologiche.Anzitutto, il mondo è pieno di bene e di male — lo è stato, lo è e lo sarà sempre…

View original post 2.021 altre parole

Annunci
0

Il video in timelapse che svela come nasce una supercella temporalesca

Oggi è la giornata mondiale dell’ambiente. Invece che ammorbarvi con i classici pipponi ecologisti (di cui, lo sapete, sono capace), vi propongo un video. Guardare uno spettacolo, ogni tanto, non fa male di certo.

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

Come si forma una supercella? Ecco un video in timelipse che svela la formazione delle nubi

Il video in alto è stupefacente poiché in timelapse mostra come una gigantesca supercella si forma per dare origine a un temporale. Il video è mozzafiato e in due minuti racchiude ore e ore di lavoro dei due certosini videomaker nonché cacciatori di tempeste Colt Forney, Isaac Pato, Scott Peake e Kevin Rolfs che sono riusciti a catturare la formazione di una supercella e del tornado girando in varie zone nel nord-est del Wyoming. Per arrivare a questo incredibile risultato è necessario che l’intera squadra si muova nel giro de 2km-3km dalla cella che darà origine alla tempesta assecondando la sua velocità e capacità di sviluppo. I temporali a supercella sono particolarmente intensi e diversi da quelli prodotti dalle nubi stazionarie più pesanti. All’interno di una supercella si può sviluppare la circolazione tornadica, ossia…

View original post 179 altre parole

0

Chamìn è tornato!

Tra un paziente e l’altro in ospedale ricevo un messaggio che recita ciò:

“Bona sera. sono chami.sono ari vatho.thuwa casa. sono lassatho regalo. chi vediya lunede”

Tornata a casa trovo una casa che non era la mia di quanto era ordinata e un vestito (bellissimo), una borsa (stupenda) e due meravigliosi mestoli, adatti alla testa di quello che pretende ancora adesso di farsi chiamare “suo marito”.

E’ tornato Chamìn!!!

1

Psycho e le tette

Funzione della tetta, secondo Psycho:

“Ma dalle tette esce il lattuccio dei bambini piccoli vero mamma? Fervono folo a quello vero?”

“No amore, il latte esce solo dal seno delle donne che hanno avuto da poco bambini…”

“E allora le altrle fervono per toccarle ché sono morlbide, vero mamma?”

 

Le balene, queste sconosciute:

“Mamma le balene non sono pesci ma mammiferi vero?”

“Esatto”

“E perlché?”

“Perché allattano i piccolini”

“Ecciuuuuucciuuuuuu” (nota espressione di tenerezza psichedelica, nda) – “Mamma ma le tette delle balene quanto sono grandi? Come la lampada o come tutta questa stanza? Come questa stanza vero? Come questa stanza eh? Enormi come questa stanza?” (nel frattempo saliva copiosamente).

 

A una caccia al tesoro in una fattoria didattica:

Animatore: “Bene bambini, allora, da questo indovinello trovato nel bigliettino, capiamo che il posto dove troveremo un nuovo biglietto è un luogo che contiene del fieno e sta tra i maiali e le mucche… cos’è?”

Psycho: “Una tetta!”

7

SOS AUTO

LAVORO CHE VAI, NOTTE CHE TROVI

Oggi è il complibimestre della scrittura dell’ultimo post di marzo! Segno che la vita morde e le mani non trovano anima sulla tastiera ma nell’azione.

In onor del vero ho trovato un lavoro in una comunità madre bambino con mamme molto giovani e faccio… ehm… l’educatrice. 

Lo so, non sono credibile se dico questa cosa a guardare i risultati di famiglia in cui Ova sostiene che il suo personaggio dei cartoni preferito è VOMITO (un alieno di Ben Ten) e Psycho mi ha annunciato che da grande vuole fare il robot professionista.

Continua a leggere

4

Trasloco

AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Prendo pausa tracannando moscatello a 4 gradi e mezzo per chiedervi: AIUTOOOOOOOOOOOOOOO

Ma è così? E’ così per tutti o solo per me?

Mannaggia a me che ho messo su famiglia prima di comprare casa! Mannaggia! Evviva quei maledettissimi e sfigati papa boys che si sposano dopo anni di fidanzamento e prima comprano casa e fanno la lista nozze e se hanno già ciulato è la massima trasgressione.

Dove sono i miei figli? A casa di quale vicino di casa? Amico? Parente? Nonno? Li ho persi di vista da qualche giorno e non mi ricordo dove siano… non vorrei averli inscatolati… Opporcapupazza…

Aiutatemi vi prego, venite ad inscatolare con me… mai avrei pensato di avere così tanta roba inutile ma che ti dispiace di buttare.

Voi già traslocati, sì, dico a voi, fortunati che “il trasloco” lo avete già fatto, ma poi, la vita ritorna normale? Intendo, poi la vita quella della colazione con il pane e la marmellata, quella in cui guardi un oggetto e non pensi automaticamente all’opzione di farlo fuori o tenerlo, ma lo guardi così, per quello che è… quella vita lì, torna?

Torna la consolante immagine del marito pantofolaio invece di quel conturbante figaccione a torso nudo che gonfia i muscoli per caricare sul furgone i Billy porta cd? Che poi non pensi ad altro e gli scatoloni non li fai più? E poi ha anche il coraggio di dire che tuo marito è lui?

HELP MEEEEEEEEEEEEE