Tipic’ dei Corbo

Premessa: Io, mio padre, i miei cugini (quelli che portano il mio cognome quindi figli di fratelli di mio padre), i fratelli e le sorelle di mio padre, soffriamo di un problema genetico: il problema in questione si chiama “Corbo” che, guarda caso, è il nostro cognome.

Tutte le persone della mia famiglia o chissà, magari anche altri Corbo che imparentati con noi non sono, che hanno la sfortuna (o fortuna, a seconda) di portare questo cognome, presentano in un andirivieni temporale imprevedibile, i seguenti sintomi: elevatissima (e al contempo estremamente dissociante) capacità di astrazione, distrazione acuta, incapacità di filtrare i flussi di informazione in uscita, incapacità organizzative, disordine di grave livello (conclamato o latente), immunità al richiamo (quando si è concentrati in attività in genere inutili tipo sogni e fantasticherie), smemoratezza, emotività esagerata, incapacità di trovare cose che si sono perdute (e prima o poi i Corbo, le loro cose le perdono tutte), dannosità verso oggetti e talvolta persone, scarso interesse verso la sfera materiale del mondo e totale immersione nella parte del mondo iperuranica, propensione verso lavori creativi, assistenziali, numerici o artistici che però, devono escludere in modo totale l’aspetto organizzativo del lavoro stesso.

Mio cugino Piero, figlio del fratello di mio padre, quindi Corbo anche lui, ha una madre di Foggia (la zia Mìchèlìn’) che quando lui o suo padre, suo fratello o sua sorella, combinano qualche impresa associabile alla sindrome sopra descritta, tipo rimanere chiusi nel garage o dimenticarsi il nome dei genitori, un appuntamento, dimenticarsi di mettere le scarpe prima di uscire di casa o ancora insistere a salire su una macchina non propria fino a che il proprietario non ti piglia a bottigliate, si prodiga in un’espressione rassegnata ormai famosa in famiglia, che recita ciò: “Eeeeeeh, tipic’ dei Corbo”.

A dimostrazione scientifica che la Corberia è davvero una brutta bestia subdola, mia cugina Stefania (Corbo pure lei), che sembrava fosse immune a tutto ciò, ha avuto una manifestazione tardiva della sindrome. Dopo 42 anni vissuti credendo di essere una precisa, s’è pure laureata in economia e commercio, ha raggiunto una posizione dirigenziale al lavoro, ecco, dopo tutto questo, le si è conclamata la malattia. Ogni volta che faceva qualcosa “tipic’ dei Corbo” mi scriveva incredula. Ma in fondo è Corbo anche lei, non si scappa

Sempre mio cugino Piero, perché di lui si parla in questo post, è un massaggiatore Thai di ottimo livello. Accreditato, studia, sperimenta ed esercita da tempo. Qui sotto una diapositiva di lui che mi uccide per sbloccarmi una spalla:

Piero e Annalisa massaggio Thai

Sia io che quello con le lentiggini che vive con me e che dice di avermi sposato anni orsono, curiamo il nostro apparato muscolo scheletrico ed energetico da Piero. Ieri mattina, il presunto marito, aveva un appuntamento da mio cugino e io interessata, inizio uno scambio di messaggi con lui:

Laiza: Com’è andata da Piero oggi?

Cris: Allora, argomento Piero: come tutti sappiamo, il gene Corbo è potentissimo e nessuno della famiglia ne è immune

Laiza😀 Cos’ha combinato?

Cris: Dopo che ci siamo telefonati e smessaggiati decine di volte, lui ancora non si è memorizzato il mio numero di telefono così quando sabato abbiamo fissato questo appuntamento via sms, lui credeva fossi un altro.

Un tatuatore.

Che abita in Bovisa.

LaizaNon ci credo

Cris: Quindi lui ora è in Bovisa ad aspettare che arrivi il tatuatore

LaizaMi rifiuto.

Cris: Perché a lui glielo fa a domicilio, il massaggio.

Laiza: Grande Piero!

Cris: Capisci?

Capisci contro quale gene terribile e durissimo tu devi lottare? Povera moglie…

Laiza: Non sono tua moglie, toglitelo dalla testa, non cercare di convincermi di aver fatto cose che non ricordo.

Cris: Gli ho anche mandato un sms dicendogli che tardavo dieci minuti….e lui, cosa mi ha risposto?

“Il tipico ritardo dell’artista”

Laiza:😂

Cris: … e sono ancora qui a domandarmi che cazzo faccio io di artistico nella mia vita…

Laiza😂😂😂😂

Cris: Mi ero dimenticato della mia attività di tatuatore, evidentemente.

LaizaNoi Corbo siamo UNICI

Cris: Il gene Corbo andrebbe isolato e studiato da biologi qualificati

E le persone affette da tale menomazione dovrebbero essere riconosciute come categoria protetta

La società dovrebbe consentire loro di vivere in strutture speciali, dove operatori sociali si prendono cura delle loro esigenze materiali, in modo che i Corbo possano dedicarsi esclusivamente ad attività speculative ed artistiche.

Senza combinare in questo modo danni alla società civile.

Non trovi?

Ecco, di materiale te ne ho dato.

Ora scrivici un post.

Post? Fatto!

Annunci

4 thoughts on “Tipic’ dei Corbo

  1. Letto. Bella storia (divertente davvero) per raccontare comportamenti assurdi che mettono alla prova la pazienza di coloro che non sono affetti da tale morbo. Mia moglie soffre di una cosa simile che a volte porta ad esiti catastrofici e io con grande fatica rimetto insieme i pezzi. E’ bello anche così.

    • E non sai il senso di colpa quando succede! Del resto, credimi, non ci si può fare assolutamente nulla. Una volta ho anche sbagliato la data del matrimonio di una cara amica… Mi hanno chiamato “Ma dove sei?” e io “Ma non era domani?”… Massima solidarietà per tua moglie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...