SOS AUTO

LAVORO CHE VAI, NOTTE CHE TROVI

Oggi è il complibimestre della scrittura dell’ultimo post di marzo! Segno che la vita morde e le mani non trovano anima sulla tastiera ma nell’azione.

In onor del vero ho trovato un lavoro in una comunità madre bambino con mamme molto giovani e faccio… ehm… l’educatrice. 

Lo so, non sono credibile se dico questa cosa a guardare i risultati di famiglia in cui Ova sostiene che il suo personaggio dei cartoni preferito è VOMITO (un alieno di Ben Ten) e Psycho mi ha annunciato che da grande vuole fare il robot professionista.

Fatto sta che pare, invece, io sia abbastanza brava, l’unico particolare è che il lavoro è prettamente notturno quindi in casa LaLaiza è avvenuta una sorta di piccola rivoluzione organizzativa. Nulla che non si possa superare, per carità.

Per me è perfetto: così ho trovato il modo di riempirmi la vita anche durante le ore che per gli altri sono del riposo.. 

SOS AUTO

Quando entra un lavoro, bisogna anche inventarsi come spendere i soldi che questo porta.

Qualche giorno fa, infatti, alla mia leggendaria 500 verde, è venuta l’idea perfetta per risolvere questo problema: le è caduta la portiera.

Lato guidatore.

Parcheggio, la mattina, al ritorno dal lavoro, apro la portiera e tutto ciò che era la portiera, vola giù sull’asfalto!

Dopo un breve istante di shock, immedesimandomi in Hulk, riesco a risollevarla e richiuderla reincastrandola alla cerniera alla bell’e meglio e dandole il colpo di grazia mettendo la sicura.

Conto fino a 10 in cui risolvo il dilemma tra l’andare dal meccanico o buttarmi nel canale scolmatore e, optando per il meccanico, vado al concessionario FIAT poco distante da casa. Mostro al meccanico il disastro e l’omino in questione, con aria  sconsolata mi chiede con voce monotona: “Di che hanno è l’auto?”. Io, fiera, rispondo: “1994!”. Lui scuote il capo come si fa davanti a un condannato a morte e cammina verso l’ufficio: “Mi segua…”.

Entriamo in ufficio e inizia a propinarmi una paternale sul fatto che s’è rotta la cerniera e che quello è un lavoro da carrozziere che costa tanto e che la cerniera la vendono colore metallo e che la mia auto è verde e quindi va riverniciata ma lui non rivernicia perché lui è un meccanico, mica un carrozziere, eh già, e poi chissà, non è meglio che io cambi auto? Gli rispondo che negli ultimi due anni ne ho passate di peggiori: la cinghia rotta, il motore quasi fuso, la perdita del radiatore, l’anabbagliante sinistro che si rompe ogni mese, il tentativo di furto con conseguente piegamento della portiera lato passeggero (mai più riparata, infatti ci piove dentro), la spesa con dentro la farina con i pacchi che si sono disfatti e tutta la farina sui tappetini e la pioggia che scioglie la farina e il sole il giorno dopo che la cuoce… risultato… i tappetini fatti di pane… e poi e poi…

Mi ferma e mi comunica che probabilmente non c’è il pezzo, ormai non ne fanno più.

Mi sbraccio nel dirgli che al massimo andiamo ad uno scasso a recuperare il pezzo, che a me non serve verniciato… ma poi, d’improvviso, la visione: mi si para davanti l’immagine di me che sono costretta a rottamare la 500 verde tanto amata in cambio di un’altra auto… e… e mi immagino, incredula, in una situazione di comodità: mi vedo a non dover andare dal meccanico ogni mese… mi vedo che non faccio la fine del pollo arrosto quando ci entro (la 500 è un forno d’estate) e… meraviglia… mi vedo che riesco a tirare giù i finestrini (quello lato guidatore non scende da quando hanno cercato di rubarmela). Mi vedo in inverno, con la neve, guidare non assiderando (il riscaldamento della mia 500 non funziona più da sempre), mi vedo che imbocco la tangenziale ovest senza avere la sensazione di stare cercando di togliere la vita alla madre dei miei figli… e concludo che, forse, a questo giro, allo scadere dell’assicurazione, ebbene sì, forse mi merito un’auto funzionante. 

Consigli? :-)

OVA

Non vuole essere più chiamata Ova. Ma non da tutti. Io, sua madre. Sono io che non posso più chiamarla Ova. Quindi suo padre la chiama Ova, il fratello la chiama Ova, anche i nonni, a volte, la chiamano Ova ma io posso chiamarla solo: “Mi puoi chiamare folo Anita, Amore mio, Amore e bafta”.

“Ma perché?”

“Perché tu mi puoi chiamare folo Amore o Anita o Amore mio”

“Senti Ova… ups… Anita, senti, non è che cambiando l’ordine degli addendi mi spieghi il risultato… perché io non posso più chiamarti Ova?”

“E’ cofì e basta”.

Respect. Un motivo ci sarà, a me è sconosciuto ma rispetto la scelta. Qui continuerò a chiamarla Ova, però, posso?

PSYCHO

Psycho mi sembra in una fase adolescenziale. Ascolta musica a tutto volume (va da “Il vitello dai piedi di balsa” di Elio a “Gam Gam Style” non quella originale però, le parodie, allo Zecchino d’Oro). Psycho è esploso. E’ diventato alto, muscoloso, piede n°33 (io porto il 36), quando va in piscina vuole cambiarsi da solo, ha due dentoni davanti che sembra Don Chuck Castoro, gli fa schifo se lo bacio e mi chiede informazioni sulle tette.

Litiga con il papà, lo corregge, sapientino… e cerca di omologarsi ai suoi compagni di classe…

Ho provato ad annusargli le ascelle e ancora non puzzano, quindi secondo me non devo ancora preoccuparmi. Ma i vostri, non vi sembrano un po’ più grandi della loro età? 

Aggiornamento terminato. Il prossimo, fra tre mesi. Ci sentiamo il 3 agosto!

Annunci

7 thoughts on “SOS AUTO

  1. compagna di sventure: la mia amata Peugeot 106 del 1998 è appena passata a miglior vita. Dopo aver fuso (per davvero) la testa del motore, ho deciso che era giunta la sua ora. Ora sono in attesa di una scatolina Matiz usata a GPL, praticamente nuova.
    Mi piange il cuore, ma s’aveva da fare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...