Eco dado invernale

Volevate il post culinario?

Eccolo.

Perché tra l’acquisto di casa nuova, la vendita della vecchia, il lavoro, lo studio e Sanremo (in genere esco dalla settimana di Sanremo davvero provata, anche se lo guardo comodamente dal divano di casa mia), mi rendo conto che nella mia vita, ci mancava anche una bella spignattata.

Ecologica.

Tra i miei link ce n’è uno davvero eccelso, Ecocucina.org, il blog di Lisca, una tosta ricca di inventiva. Ve lo consiglio perché è un ecoblog e dà ricette incredibili da fare con gli scarti dei cibi. Insegna anche come cucinare in lavastoviglie per non “buttar via” quel meraviglioso vaporino a 60°…

E io, che non sono davvero così “avanti” in cucina, ma ho una forte ispirazione ecologica tanto da sentirmi malata, io che sono certa che chi saprà sfruttare al meglio le risorse di madre natura sopravviverà al crollo economico, io che sono certa che il bene vincerà, io che ho preferito comprare una casa più piccola di quella che ho adesso a patto che abbia lo spazio esterno per l’orto, io che vorrei vivere in una transition town ecc ecc ecc… ho comunque voluto provare un’eco ricetta di cui vi posto di seguito il reportage fotografico.

Si tratta del brodo granulare fatto in casa con le verdure invernali e vi assicuro che è stato facile e che ho fatto mille vasetti regalo.

Il brodo granulare di Lisca (meglio conosciuto come Eco Dado) non è fatto con le verdure ma con i loro scarti. Ho infatti accumulato nel congelatore un bel po’ di bucce di verdure bio (di quelle del nostro gruppo d’acquisto) e a raggiungimento del Kilo, mi sono messa a spignattare. Si trattava di parti verdi di porri, bucce di cipolle, foglie esterne di cavolo, foglie esterne di radicchio e trevisana, gambi di finocchi.

STEP 1: Le bucce e gli scarti delle verdure con la metà del loro peso in sale, in pignatta!

STEP 2: Accendere il fuoco sotto la pignatta e girare un po’ (20 min?)

STEP 3: Far buttare agli scarti verdurarii la propria acqua!

STEP 4: farli asciugare a più non posso

STEP 5: disporre il tutto su una teglia con pazienza

STEP 6: far asciugare in forno per un paio d’ore (non più di 70°)

STEP 7: tirar fuori i pezzettini e tocchicciarli belli secchi (compiacendosi del proprio operato)

STEP 8: Inserirli nel minipimer e tritare a muzzo

STEP 9: Ecco le verdurine belle tritate pronte per insaporire anche la più insipida delle acque

STEP 10: Invasettamento e conseguente felicità della Codi e del piccolo Psychopathic Son

Annunci

3 thoughts on “Eco dado invernale

  1. speriamo che psyco un giorno non si ribelli a questo tipo di cucina come ha fatto per i regali di natale costringendoti a prenderne almeno 1 da toys..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...