Standard

Anno bisesto…

C’è chi dice: “Anno bisesto, anno funesto”…
Io so che è iniziato con i collant rotti… Ma non un semplice filino… Lo sbrego di una punk londinese.

Ho rovesciato mezza bottiglia d’olio sul pavimento (da fare rabbrividire i superstiziosi) e prima ancora che riuscissi ad asciugare sommariamente e a coprire la malefatta con un tappeto, Pata mi ha colto con le mani nel sacco, deridendomi. Odioso.

Giocando a Lupus in Tabula, si è verificata la remota probabilità di distribuire la carte lupo alle stesse persone per due volte. Questo mi è costato, nell’ordine, il sentirmi tacciare di “baro” da chi non aveva ancora capito una mazza del gioco (e far capire a chi non capisce lo spirito del gioco che il conduttore di un gioco di ruolo non ha interesse a barare, credetemi, è arduo); il sentirmi tacciare di “incompetente” (il Pata che con aria di superiorità chiede: “Ma hai mischiato?”… Come se, anche se non avessi mischiato, avessi raccolto le carte esattamente nell’ordine in cui le avevo distribuite alla prima mano e fossi partita dalla stessa persona a ridistribuirle, nello stesso verso); il sentirmii tacciare implicitamente di “madre snaturata” dalla propria figlia che a tratti boicottava il gioco, insieme ai suoi picciotti (i figli degli altri) perché: “Hoppaura che muorate”

Ma per il resto… Beh, per il resto…

… Che valore ha ascoltare “The Final Countdown” degli Europe in cassetta a tutto volume per un po’ chiusi in cucina… e non dietro mia proposta ma dietro proposta di un insospettabile marito di amica (ormai, dentro di me, detto Findus)?

… Che valore ha, davanti alla scelta di un cartone, udire il proprio figlio lottare per convincere gli amichetti che, anche se loro non li conoscono, Daitarn 3 e Super Robot sono una bomba?

… che valore ha vedere la piccola Giulia (figlia di adorabili babbani non nerd) che gli dà ragione?

… che valore ha unire amici di diverse provenienze… e brindare insieme?

… che valore ha avere un paio di occhiali con gli occhi a molla che girano per casa, portati dalla Zeldalez?

… ma soprattutto che valore ha stracciare a Pictionary Avatanza e consorte (Findus) con la mia amica Uaioming?
Ubriache?

Per poi scoprire che quel Pictionary portato dalla stessa Avatanza, è stato dimenticato sul divano e che quindi, ci aspetta un altro incontro e un’altra sfida?

Queste sono soddisfazioni!

E del 2012, è l’inizio. Buon anno a tutti!

Annunci

6 thoughts on “Anno bisesto…

  1. :-))))) bello, bello, bello.

    (ma avevi mischiato… si… certo che avevi mischiato… è che se mi inviti e io mi porto il mio Maotzetung per forza va a finire così: è matematico, lui vince sempre grgrgzgz)

  2. certo che vinci!!! se a te capita tubo, stella, dado, casa, e a me “castelli-in-aria” …… comunque ti risfido!!!!!

  3. Oh tu, che compari al commento numero 164 nel blog della mitica wonderland, io sto al numero 155… saremo mai vicine di casa oltre che di commento? Speriamo :)
    (non sono pazza, sono Elisa, quella del co-housing). Baci e buon anno bisesto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...