Acerbe Pasionarie e piccoli Che

Sono appena tornata dall’accompagnare i due a scuola.

Al ritorno sono incappata in una mini manifestazione con tanto di mini striscioni e mini partecipanti: una manifestazione contro i tagli alla scuola pubblica di un paio di classi delle medie.

Il mini corteo arrabbiato era molto eterogeneo: ragazzi e ragazze in pari numero, così come eterogenei erano i colori e le tendenze; c’erano ragazzini vestiti in modo “alternativo” ma anche i cosiddetti “minchios” (termine coniato dal sempresobrio Pata), quelli con i pantaloni a mezzo culo e le sopracciglia depilate, per intenderci.

La presenza dei vigili era segno che  la manifestazione era autorizzata quindi i ragazzi o le loro insegnanti, probabilmente, si erano presi la briga di chiedere il permesso (update: mi dicono dal Comitato Genitori di Settimo Milanese che la manifestazione non era autorizzata e i vigili si sono presi la briga di accompagnare i ragazzi affinché non ci fossero incidenti. Quando si dice le forze dell’ordine che funzionano).

Non mi sono fermata a chiacchierare con loro o a fare domande, mi sembravano molto impegnati nella loro attività e non avrei voluto disturbarli. Ho drizzato però le orecchie, seguendoli in corteo, di lato, sul marciapiede, per udire i loro discorsi. Parlavano proprio dei tagli alla scuola! Tra di loro! Ho colto due o tre frasi che mi hanno sorpresa oltremodo:

“Mio fratello mi ha detto: ‘ma che c!££o volete fare manifestazione voi delle medie, siete piccoli’ e io non gli o risposto nulla ma dico, c!££o, la scuola però è anche nostra, mica solo loro che sono al liceo”.

Un’altra, di un ragazzino con aria estremamente adulta nonostante il metro e 45:

“Abbiamo fatto quello che doveva essere fatto, oggi abbiamo fatto il nostro dovere”.

E poi c’è qualcuno dei miei coetanei che osa ancora dire che noi eravamo meglio di loro.

Annunci

9 thoughts on “Acerbe Pasionarie e piccoli Che

  1. sono commossa!!! ricordo con nostalgia le manifestazioni contro la falcucci . con lo striscione al collo io al mio compagno di classe, nonchè rappresentante di istituto: “perchè manifestiamo?” “perchè la falcucci è una brutta troia!” e all’unisono: FALCUCCI TU SEI NA FIGLIA DI PUTTANA!.. bei tempi

    • Ahahahahahahahah Cla, invece questi erano tutti precisini, politically correct… non stavano cazzeggiando, erano davvero convinti! Le cose sono cambiate così???

  2. è tristemente vero lisa. Ho sempre notato quanto questi commenti fossero fatti dagli ex adolescenti di sempre. Di noi dicevano le stesse cose e delle generazioni prima anche. Probabilmente è un po’ di invidia per un tempo che non c’è più. Probabilmente questi commenti li abbiamo fatti anche noi. Sta di fatto che un adolescente è così da sempre: carico di adrenalina e senso di giustizia che lo porta ad essere convinto di salvare il mondo e fragilissimo davanti alle sconfitte che incontra quando cerca di farlo. E io li amo tantissimo, anche i minchios depilati

    • Che bello che dici questo… Molte persone che hanno figli dicono sempre “Ho il terrore di quando diventerà adolescente”. Io non ho questo terrore. Non vedo l’ora che intraprenda le prime lotte contro di me, per godermi quella danza della ribellione… per combattere contro di loro. Quando penso ai ragazzini, quelli di quell’età lì, intendo, quelli che puzzano anche se si lavano e hanno le braccia lunghe, troppo per un corpo ancora piccolo, mi viene su una tenerezza infinita. Sai perché Saretta? Perché si portano dentro una bellezza e un assolutismo legata a questa che noi non riusciamo a vedere. O meglio, l’abbiamo vista e, per i pochi fortunati come te (e mi ci metto anche io), continuiamo a vederla in loro. Ma in noi non c’è più. Perché è l’età, perché ora il nostro ruolo è diverso, per tanti meravigliosi motivi legati all’evoluzione delle persone e al fatto che essere sempre inchiodati lì sarebbe la morte e quella bellezza sfiorirebbe senza mai essere sbocciata… Ma, comunque, in noi non c’è più. E in loro sì. Oggi erano davvero meravigliosi.

  3. secondo me dovevano aderire piu’ classi , supportati magari anche dai genitori,io non l’ho visto perchè non accompagno mia figlia a scuola, ma c’era chi osserva per me, ritengo che non sia giusto privare i nostri ragazzi di queste sperienze formative ( gite, uscite ecc ecc), dobbiamo sostenerli, troppe cose vengono tolte a loro, per incapacità dei grandi, di chi stà al governo, poveri noi………….

  4. scusate se mi intrometto……. l’idea della manifestazione è nata dai ragazzi….ma doveva essere contro i prof che hanno preso la decisione univoca di annullare tutte le gite, i laboratori e qualunque uscita didattica per protestare contro i tagli (si sono svegliati un pò tardi….i tagli sono iniziati 3 anni fa e noi alle elementari son 3 anni che protestiamo in vari modi…!). Concordo con tutti i vostri commenti e devo dire che a loro modo, i ragazzi hanno avuto la maturità di incanalare in questa iniziativa uno dei loro malesseri e questo è sicuramente positivo per dei fanciulli così giovani.
    Non erano molto organizzati e non avevano nemmeno le idee ben chiare di quanto stia accadendo nella scuola, per lo meno agli alti livelli, ma è stato bellissimo vedere che erano accompagnati da Sindaco, assessore, vigili , genitori del consiglio d’istituto nonchè del comitato e dal dirigente scolastico che alla fine li ha riaccompagnati nelle loro classi. Come dire…. tutta la società civile si è stretta intorno a loro senza tentare di censurare questa loro voglia di esprimersi ma accompagnandoli ed ascoltandoli come è giusto fare alla loro tenera età!
    E’ stato molto bello e credo che sia il frutto di tanto lavoro di insegnanti, famiglie e tessuto sociale di un comune davvero all’avanguardia in questo “settore”
    Scusate ancora l’intrusione, grazie per lo spazio
    A presto
    Monica
    Comitato 7°Genitori

    • Macché intromissione, Monica, anzi, il tuo è stato un intervento chiarificatore di quello che ho visto stamane e che non riuscivo a spiegarmi (non capivo da chi fosse partita l’iniziativa!). E dopo questa spiegazione resto ancora più positivamente colpita dall’iniziativa di questi ragazzi e dalle istituzioni che li accompagnavano.
      Grazie ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...